18mq Il Mio Manuale di Vita

Il problema migranti

Sono giorni che lotto internamente per cercare di capire, analizzare in modo oggettivo cosa sta succedendo. Se è giusto o sbagliato. Se sono i miei pregiudizi contro i “contro” a non accettare come giusta questa soluzione o se c’è qualcosa di più. Sto cercando di essere il più imparziale e oggettivo possibile, soprattutto con me stesso. Non è facile.

La vita mi ha insegnato a cercare di capire la causa di un problema, e non di cercare, condannare e punire le colpe.

È stata la mia malattia a insegnarmelo. Di chi è la colpa? Mia, dell’Essere Superiore, di mia Mamma che mi ha messo al mondo, di qualcuno che mi voleva talmente male? Di chi?
E se avessi trovato il colpevole? A che cosa sarebbe servito se non al solo scopo di dare sfogo al mio odio e alla mia rabbia. Mi avrebbe fatto guarire? No. Avrebbe solo peggiorato la mia situazione, aumentando il malessere, la rabbia e l’odio.

Viviamo in una società che cerca le colpe, meglio i colpevoli da condannare e punire. Viviamo in una società che facendo così continua a vivere gli stessi problemi, senza evolvere, senza migliorare.

Viviamo in un paese di paura, non in un paese di speranza. Quando c’è paura c’è odio, c’è rabbia. 

Quando c’è un problema l’obiettivo deve essere risolvere il problema e fare che non si ripresenti più. Non cercare le colpe. Solo risolvendo le cause, si elimina il problema.

Siamo sicuri che del problema migranti stiamo cercando di risolvere le cause? Siamo sicuri che le stiamo almeno cercando? O preferiamo risposte veloci, che ci facciano fare la minor fatica possibile e che magari diano anche sfogo alla nostra fame di rabbia e di odio?

Credo, ma non è detto che sia giusto, che la causa del problema migranti sia prima di tutto la situazione socio economica del Centrafica. Situazione causata anche dalle politiche colonialiste europee, dalla volontà dei paese evoluti di “sfruttare” le risorse naturali di questi paese al minor costo possibile, dall’usare questi paesi come spazzatura del mondo e da un sistema di aiuti inefficiente e speculativo. Tutto condito dagli effetti del cambiamento climatico.

Credo, ma non è detto che sia giusto, che un’altra causa sia il sistema di accoglienza in Italia che è diventato campo di speculazioni e guadagni illeciti da parte di italiani disonesti, invece che parte della soluzione al problema.

Credo, ma non è detto che sia giusto, che la nostra incapacità di rispettare le regole abbia insegnato, con i fatti e senza neanche la necessità di capirsi con le parole, a non rispettare le regole amplificando il problema.

Credo, ma non è detto che sia giusto, che la mancanza da parte della nostra generazione di guardare al futuro, di prenderci la responsabilità del benessere delle generazioni future*, ci porti a soluzioni che hanno effetto solo nel breve, brevissimo termine.

Credo, ma non è detto che sia giusto, che la causa del problema migranti non siano i migranti.

Credo, ma non è detto che sia giusto, che pensare che un muro risolva il problema dei migranti sia come pensare che un ombrello faccia smettere di piovere.

#capirepercrescere #causanoncolpa #pasdai #ainve

* Credo, ma non è detto che sia giusto, che la causa dell’impossibilità di garantire un futuro di benessere per le generazioni che verranno, sia proprio la paura di perdere il nostro di benessere.

4 commenti su “Il problema migranti

  1. vittorio

    Italia é un popolo di migranti v.Basterebbe ricordare quanti milioni di noi nella prima meta’del secolo scorso sono migrati in tutto il mondo. Come si sono inseriti…….Sicuramente cercando un lavoro nel rispetto delle regole trovate.

    Mi piace

    • Anche fra i nostri migranti c’erano persone buone e persone cattive. Persone che hanno costruito e lavorato per cose di valore e persone che hanno portato la mafia.

      Mi piace

  2. Respect!

    Mi piace

  3. Francesco

    Credo, ma non è detto che sia giusto, che tu abbia ragione e che si debba cominciare a pensare, seriamente a cercare la soluzione del problema.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: