18mq Il Mio Manuale di Vita

Vorrei un Mondo che fosse foresta

Scrivo per i miei figli, sperando che un giorno mi leggano con la voglia di un confronto con la mia visione, con la voglia di sapere quale è il mio punto di vista. Scrivo con la speranza di spingerli a riflettere, a farsi le proprie idee, anche se diverse dalla mia.

Scrivo per voi che mi leggete, e vi ringrazio di questo. Scrivo perché cerco un confronto con voi, un confronto aperto e sereno per cercare di capire meglio, per cercare di allargare, e rendere più profonda, la mia visione del mondo, le mie ragioni. Scrivo per cercare di crescere e migliorare.

Tutti abbiamo ragione, dal nostro punto di vista.

Non dobbiamo confrontarci sulle ragioni, sarebbe solo una battaglia dove vince chi urla di più. Per poter arrivare a una ragione condivisa, dobbiamo confrontarci sulle nostre visioni del Mondo. Dobbiamo arrivare ad allargare la nostra visione. Dobbiamo confrontarci sulle visioni. Non sulle ragioni.

Dobbiamo confrontarci sulla visione del Mondo che vorremmo. Quello che vorremmo fosse il Mondo del futuro.

Se vogliamo un mondo con confini e passaporti, allora è giusto costruire i muri.

Se vogliamo un mondo libero, allora è giusto costruire ponti.

Io vorrei un Mondo dei miei figli, un Mondo dove la diversità è un valore da difendere, ma anche da scoprire e condividere. Vorrei un Mondo dove le proprie tradizioni, le proprie origini sono le radici, ma dove è la diversità degli alberi a rendere meravigliosa la foresta.

Vorrei un Mondo che fonda il suo crescere sul coraggio e la speranza. Non sulla paura e lo sconforto.

Vorrei un Mondo di persone che ascoltano con l’umiltà del voler capire.

Voi che Mondo vorreste?

8 commenti su “Vorrei un Mondo che fosse foresta

  1. Vorrei un mondo che imparasse da te, dalla forza che hai, dalla forza che dai.
    Grande Ale

    Piace a 1 persona

  2. Vorrei un mondo di bellezza di musica di arte e spiritualità.

    Piace a 1 persona

    • Paola, hai ragione. La bellezza in tutte le sue forma è l’evidenza dell’esistenza dell’amore, come forma assoluta dell’armonia dell’universo.

      Mi piace

  3. Vorrei un mondo come te, sei bravissimo Alessandro, te admiro mucho, bendiciones!

    Piace a 1 persona

  4. Vorrei un mondo-treno, di quelli vecchi e sferraglianti, che raccoglie lento a ogni stazione persone, colori, valigie piene di vite, lacrime e sorrisi. Che porta in pancia centinaia di pensieri, voci, odori: nel suo andare viaggiano insieme eppure senti che son tutti lì, uno per uno. Vorrei gli occhi del bambino che sta col naso appiccicato al vetro, figlio di quella pancia confusa ma già oltre nel suo essere futuro, nella sua voglia di tuffarsi in quel mondo che scorre al di là del vetro. Vorrei un mondo che tiene insieme i mille pezzi, belli e brutti, che lo rendono ciò che è ma che mantiene la curiosità e la voglia di andare verso quel che ancora non conosce. Come il bambino dietro al vetro nel treno.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: