18mq Feliciani

Gramellini, oggi non sono d’accordo (avrei scritto deluso)

No, non è così Gramellini. Ha ragione Nadia, è così che deve essere. Lo so, l’ho provato, lo provo. La forza della rabbia per quello che mi è successo. Una rabbia che posso sfogare solo nella lotta per un Mondo più felice. No Gramellini, non sono d’accordo.

Oggi Il Caffè di Gramellini sul Corriere parla su e di Nadia Toffa. Il titolo è “Nadia e gli altri”. Ero curioso, voglioso, di leggere l’arguzia di Gramellini, la sua capacità di dare un’altra lettura più profonda, più vera.

(Qui per leggere l’articolo)

Non sono d’accordo. Avrei scritto deluso, ma sarebbe stato troppo facile. Gramellini scrive qualcosa che non penso, che è l’opposto di quello che penso. È uno sforzo, quasi ipocrita, ma se avessi scritto deluso, non mi sarei lasciato la possibilità di confrontarmi in modo aperto col suo pensiero.

Le sue parole mi hanno fatto male, mi hanno fatto sentire un po’ più solo nella mia lotta e un po’ più lontano dalla mia meta.

No Gramellini, molte volte è più facile arrendersi. Bisogna sempre tentare, avere fiducia di poter fare e la volontà fa la differenza. Soprattutto se non è la prima volta che si prova, soprattutto se hai già fallito. Soprattutto se è la tua vita ad aver fallito.

Non basta la volontà, ci vuole anche culo (fortuna), ma per una persona che ha sofferto, che soffre, per una persona che il culo è stata la sfiga, è difficile accettare, sopportare persone che si arrendono. Non basta la volontà, ma senza volontà non si ottiene niente. Senza la convinzione di poter arrivare, non si arriva.

Sono sicuro che Nadia voglia solo aiutare le persone ad aver consapevolezza del valore del dono che hanno ricevuto. Il dono della vita. La consapevolezza che questo dono non va sprecato, perché è un dono a tempo. Un dono che scade, finisce. Perché prima o poi dobbiamo morire. Fa paura questa parola, ma è questa parola che da valore e senso alla Vita. Che da valore e senza al messaggio di Nadia.

No Gramellini, le tue parole mi hanno fatto male. In un Mondo di scuse, di giustificazioni, di colpe sempre degli altri. In un mondo senza responsabilità proprie, le tue parole sono altre scuse, altre giustificazioni per non prendersi la responsabilità di essere noi la soluzione ai nostri problemi. A essere noi i fautori del nostro destino. Non è facile. È una lotta, è fatica, è sofferenza e dolore.

Si Gramellini, è proprio grazie alla volontà, alla consapevolezza del valore della nostra vita che si possono superare i limiti del nostro carattere, del nostro DNA. Non è solo Nadia e gli altri, non è solo io e gli altri. Siamo anche noi, siamo anche Comunità dove gli uni si prendono cura degli altri. Dove gli uni possono essere esempio per gli altri. Nadia è questo.

Si Gramellini, non tutto è nelle mani dell’uomo ma quello che io posso fare per me stesso lo posso fare solo io. La responsabilità di farlo è mia e Nadia mi ha aiutato a esserne ancora più consapevole.

0 commenti su “Gramellini, oggi non sono d’accordo (avrei scritto deluso)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: