18mq Feliciani

Non è un problema di tempo

È passata un’altra settimana, è di nuovo Natale. Il tempo non basta mai. La vita ci sta scappando. Quante volte sono nostre frasi, nostri pensieri. Nostre sofferenze e paure.

La malattia mi ha regalato la consapevolezza continua che dobbiamo morire. Che a un certo punto non potrò fare più niente, ma proprio niente. Ne le cose che mi piace fare ma nemmeno quelle che odio fare. Basta, punto e basta. Non avrò più occasione, nemmeno quelle da perdere. Game over in questa realtà. Basta fare, basta vivere.

Una delle mie grandi paure è quella di non poter fare abbastanza cose belle coi miei figli. Abbastanza da potergli riempire i ricordi. Ricordi di me, ma soprattutto ricordi di felicità, divertimento e avventura.

Ho paura di non avere tempo, e cerco di fare e fare. Di organizzare, di correre, di riempire le nostre giornate insieme, i nostri momenti insieme.

Sto facendo una cosa con loro e già sto pensando a quella da fare dopo, a quella da organizzare per il prossimo weekend.

Sto facendo una cosa con loro e già sto pensando a quella da fare dopo.

Il tempo vola. Il tempo passa troppo velocemente.

No, non è il tempo che vola. Che passa troppo velocemente. Non è colpa del tempo. Il problema non è il tempo. Io problema sono io.

Il problema è che non penso a quello che sto facendo, non vivo quello che sto facendo. Il mio cervello, il mio pensiero, i miei sensi sono via, sono su quello che forse farò dopo. E il tempo è passato. E un’altra ora è passata. E un altro giorno, un’altra settimana, mese, anno sono passati. La gioventù dei mie figli è passata. Forse sono passato anche io.

La quarta regola dei feliciani dice: “vivi qui e ora”. Vivi nel presente,

Vivi quello che stai facendo. Vivilo con i cinque sensi e la consapevolezza di quello che stai facendo. Vivilo col cuore, ascolta le tue emozioni. Ascolta il tuo corpo. Guarda con attenzione, percepisci i rumori, chi ti parla, i toni della voce. Respira profondamente e cerca i profumi nell’aria. Accarezza. Goditi il tepore.

Guarda i tuoi figli negli occhi, ascoltali attentamente. Ascolta le loro risate e ridi con loro. Pensa al bello che stai vivendo. Cerca il bello di quello che stai vivendo. Rimanici dentro, godi le belle sensazioni del momento. Rimani concentrato ad ascoltare il tuo corpo, le tue emozioni. Rifletti su quello che stai facendo. Respira profondamente.

Non si può vivere il tempo, si può solo vivere.

Adesso ho capito. La responsabilità è mia. La responsabilità di vivere cose belle coi miei figli è solo mia. Il tempo non c’entra.

Loro già vivono nel qui e ora, loro già non pensano a cosa faranno domani, settimana prossima o l’anno prossimo. Loro già vivono a pieno la loro vita. La responsabilità è mia di fare come loro.

0 commenti su “Non è un problema di tempo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: